loader
Loading...
Il Circolo

Entra a far parte della nostra Associazione!

Slider Image

COSA FACCIAMO

Ci occupiamo di proporre ai nostri soci gite e viaggi esclusivamente di gruppo oltre che iniziative e incontri al fine di valorizzare la cultura, gli usi e i costumi del territorio. Viaggiare insieme arricchisce gli animi. Conoscere persone, idee e pensieri, scambiare considerazioni, socializzare durante un viaggio sono per noi valori imprescindibili.

LA NOSTRA MISSION

  • contribuire a trasformare il “turista” in “viaggiatore consapevole e responsabile” nei confronti del territorio che visita, ma soprattutto nei confronti della realtà sociale con la quale entra in contatto.
  • gestire il turismo socializzare con una “qualità differente”, non solo per quanto riguarda il “prodotto turistico” e la sua accessibilità economica ma soprattutto nella cura del rapporto con il socio, in particolar modo se appartenente a categorie considerate “deboli”quali gli anziani, disabili, famiglie con bambini, stranieri.
  • essere “associazione di promozione sociale”competente, diffusa sul territorio in sinergia associativa, al servizio dei soci e in rapporto con le Istituzioni.
  • L’Associazione muove, ogni anno, più di 70.000 persone attraverso la programmazione della rete territoriale (109, tra sedi regionali, provinciali e unità di base, 35.000 iscritti, 170 operatori e volontari).

IL CENTRO TURISTICO ACLI

Il Cta (Centro turistico Acli) nasce, nel 1963, come Ente Nazionale Acli per la Ricreazione Sociale, con lo scopo di rispondere alle esigenze turistiche dei nuclei familiari dei lavoratori iscritti alle Acli (Associazioni cristiani lavoratori italiani).
Da servizio sociale, agli inizi degli anni '90, il CTA si evolve in Associazione Specifica delle Acli impegnata, sull'intero territorio nazionale, a gestire il turismo sociale come strumento di relazioni umane per tutti e non di mero servizio per il consumo di pochi.
Il CTA muove, ogni anno, più di 70.000 persone attraverso la programmazione della propria rete territoriale: più di 20.000 iscritti, circa un centinaio di sedi e collaboratori, tra operatori e volontari.

L'odierna mission del CTA è:
o trasformare il "turista" in "viaggiatore consapevole e responsabile" non solo verso il territorio che visita, ma, anche e, soprattutto, verso la realtà sociale con cui viene in contatto;

o garantire una "nuova qualità" al turismo sociale, non solo per l' accessibilità economica dell'offerta turistica, ma, soprattutto, nel rapporto con i soci, specie se appartenenti alle categorie dei "soggetti deboli" (anziani, disabili, famiglie con bambini, migranti);

o sperimentare una nuova forma di turismo sociale, denominata "turismo generativo", per rispondere, con creatività, ai bisogni, anche di ordine economico e sociale della comunità e del luogo, non soddisfatti né dal mercato turistico né dalle Istituzioni.

Il CTA è riconosciuto come Associazione con deroga ad esercitare attività turistiche a livello nazionale, dal Dipartimento del Turismo e dalla Lg. n.135 del 29/03/2001. È iscritto all'Albo Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale (Lg. 383/2000).

È socio SISTUR (Società Italiana di Scienze del Turismo).

Inoltre, nel 2013, è stato selezionato, come runner-up per il Premio Europeo di Eccellenza per il Turismo Accessibile, istituito dalla Commissione Europea.